Viaggi in Sudafrica e Namibia, Botswana e Zambia, tra natura, safari e vino

 

Tornare a casa. A ciò equivale un viaggio in Africa Australe. Infatti qui, presso la cosiddetta Cradle of Humankind (Culla dell’Umanità), nome dovuta alla straordinaria concentrazione di ominidi fossili incrostati nelle friabili faglie d’arenaria, ebbe origine la nostra specie.

La vita vi mostra tracce remote, palesa la sua stratificazione evolutiva. Anche il paesaggio rimanda al tempo della Terra primordiale, come nelle Makhonjwa Mountains, rilievi morbidi, erbosi, che espongono le più antiche pietre vulcaniche e sedimentarie presenti sul nostro pianeta, databili a oltre 3.5 miliardi di anni, mentre il deserto del Namib lambisce l’Atlantico con dune formatesi circa 80 milioni di anni fa.

Condizioni climatiche talora estreme hanno costretto la vegetazione a sforzi adattivi sorprendenti, si pensi alla Welwitschia mirabilis, pianta “fossile” delle sabbie namibiane il cui ciclo vitale dura fino a 2000 anni, o al fynbos che ammanta il Capo di Buona Speranza, devastato e rigenerato da incendi periodici. Generalmente dominano savane e praterie, il vled, ecosistema di riferimento per le specie animali simbolo di questo acrocoro di altopiani e rilievi, i big five dei safari (elefante, leone, leopardo, rinoceronte e buffalo). Soffia ovunque un fiato caldo, denso, che a sera si liquefa in tramonti ineguagliabili.

Non solo natura. Metropoli vivaci, colte – Cape Town, Durban, Port Elizabeth, Johannesburg – invitano a gustare, con spensieratezza, i colori e i sapori di una civiltà nera dalla forbitezza british. Uscendo dai nuclei urbani, s’aprono contrade rurali raccolte, in cui i coloni europei trapiantarono le proprie tradizioni agricole, ad esempio in quel gioiello che sono le Winelands, colline folte di filari, biancheggianti di cittadine barocche olandesi. Altrove riemerge l’Africa, remota, selvaggia. La patria di tutti noi.

PAESI

Sudafrica, Namibia, Botswana, Mozambico, Zambia, Zimbabwe

FOCUS ON

Abitanti: 93,4 milioni
Estensione: 3,8 milioni km²

SITI PATRIMONIO UNESCO DA NON PERDERE

• Regione Floristica del Capo (Sudafrica)
• Delta dell’Okavango (Botswana)
• Cascate Vittoria (Zambia)
• Arte rupestre di Twyfelfontein (Namibia)
• Deserto del Namib (Namibia)

LO SAI CHE?
  • Il Sudafrica riconosce 11 lingue ufficiali
  • In Sudafrica si trova la “culla dell’umanità”, dove videro la luce i primi ominidi, come testimoniano resti fossili risalenti anche a 4.5 milioni di anni fa.
  • A Hoba West, in Namibia, 80 mila anni fa cadde la più grande meteorite mai scoperta sulla Terra: pesante 80 tonnellate, è inoltre la più grande massa di ferro presente allo stato naturale sul nostro pianeta
  • E’ sudafricana la gara ciclistica più affollata del mondo: la Cape Town Cycle Tour, cui partecipano 35 mila appassionati